Cuba

10 bellissime esperienze da fare all’Avana

Voi non ci crederete, ma chi arriva all’Avana cade dentro un incantesimo.
Quello che ti riporta decenni indietro, in una dimensione genuina, a sorseggiare un mojito ammirando il fascino rustico degli antichi edifici coloniali; tra persone gentili da incontrare per strada, personaggi allegri e ballerini e la loro ricca, anzi no, una vibrante storia.
L’Avana ha un’anima che raramente si trova in qualsiasi altra parte del mondo.
E’ un posto quasi mitologico, in cui si arriva carichi di aspettativa e che sa essere all’altezza della sua reputazione: lo si lascia con un sorriso sul viso, con l’odore dolce di rum e quello speziato del sigaro ancora tra le narici.

Ho passato cinque giorni all’Avana, scoprendo una città che non dorme mai, con una sottocultura artistica e musicale fortissima. Una citta che è il  battito del cuore culturale del paese.
Se andate all’Avana, queste sono le esperienza da provare:

1 – Perdersi dentro l’Avana vecchia

La zona vecchia dell’Aavana, quella che ha subito anche molti interventi di ristrutturazione è la parte più turistica e modaiola della città. Anche se non vi piace frequentare posti turistici non potete fare a meno di visitarla perchè è qui che si trovano le gallerie d’arte, i ristorantini tipici, è qui che la notte si suona, si balla per strada, ci si diverte insomma.
E’ la principale attrazione turistica della città, perdersi tra e sue vie colorate, parlare con la gente e fermarsi ad ascoltare una band che suona dentro un bar è un must do!

2 – Fare un corso di salsa

I cubani vivono ogni minuto della loro vita a ritmo di salsa, comunicano con la danza e si alimentano costantemente con queste due forme d’arte: il ballo e la musica.
La città pullula di scuole e corsi di salsa, basta chiedere. E se non chiedi saranno loro che ti ci porteranno a tua insaputa.

3 – Tour in bici nella foresta

Colombo la descrisse come un’isola verde bellissima e vedendo questo posto ci si può credere, lo chiamano il bosco dell’Avana ed è quello che rimane della primitiva isola di Cuba. C’è da stupirsi per quanto ancora sia rigoglioso e verde.
Io ho fatto questo tour in bici  e ve lo stra-consiglio, solo se avete buoni polpacci e tanto fiato.


4 – Alloggiare in una casa particular

E’ scontato dirlo: alloggiare in una casa particular è l’esperienza cubana per eccellenza. Io ho alloggiato in questa tipologia di alloggi durante tutto il viaggio e si è rivelata una scelta azzeccata.
Sono economiche, sicure, tradizionali.
Con un costo di soli 25 CUC a notte, una casa privata particular è essenzialmente un alloggio in famiglia. Con 5 CUC in più vi offriranno un’enorme colazione con pane, uova, frutta e caffè e 10 CUC una tipica cena cubana.

5 – Mangiare in un Paladar

Se vuoi mangiare fuori, in pratica hai due opzioni: ristoranti gestiti dal governo e paladares i, ristoranti gestiti dalla gente del posto. Ovvero dei piccoli ristorantini autorizzati negli anni del periodo especial, la grande crisi del 1993.
Una curiosità sul nome: “paladar” deriva da una telenovela brasiliana di grande successo aCuba, in cui la proprietaria, per sbarcare il lunario, apre una trattoria che si chiama appunto paladar, palato.

6 – Un giro su una Cadillac degli anni ’50

E quando vi ricapita un’occasione del genere? l’Avana è letteralmente invasa da queste macchine vecchio stile, coloratissime, vintage e divertenti!
Insieme ai sigari e al mojito queste auto d’epoca sono diventate un simbolo dell’Avana. A malapena devi fare un passo fuori di casa prima che te ne passi accanto una.
La maggior parte di queste auto sono dei taxi che puoi noleggiare per tutto il giorno o per andare da una parte all’altra della città. E se fai amicizia con l’autista, potrebbero anche farti guidare!

7 – Fare l’alba alla Fábrica de Arte Cubano

Questo posto mi ha ricordato i centri culturali berlinesi ricavati nei vecchi capannoni industriali.
Assolutamente da non perdere. E’ una vecchia fabbrica recuperata e riproposta come spazio espositivo. Trovate esposte le opere di artisti cubani emergenti, ma non solo, nei suoi spazi vengono allestiti spettacoli di teatro, danza, mostre fotografiche ed infine c’è disco bar dove fare le ore piccole. Su prenotazione, c’è anche la possibilità di cenare.

8 – Supporta i locali

I cubani sono dei personaggi, in senso buono. Sono dotati, naturalmente, di una curiosità maliziosa, per cui ti ritroverai a parlare con loro senza neanche accorgertene. Quasi tutti quelli che incontri hanno una storia unica da raccontare e non importa se parli spagnolo o meno.
A L’Avana, devi stare attento a dove spendi i tuoi soldi. Molte delle grandi aziende della città come gli hotel e le compagnie turistiche sono di proprietà di investitori stranieri, quindi invece che far circolare i tuoi soldi dentro l’economia cubana, potresti mandarli nelle tasche di qualcun’altro.
Basta acquistare dalla gente del gente del posto e supportare le piccole imprese locali.



9 – Andare sul Malecon a caccia di un tramonto (o di un wifi)

Il Malecon è il principale lungomare dell’Avana e si estende per 8 km lungo la costa, rendendolo perfetto per lunghe passeggiate in riva al mare. Nonostante tutte le macchine che sfrecciano, in realtà è abbastanza tranquillo. Senza dubbio una delle parti più belle della città.
La sera, specialmente durante il fine settimana, il Malecon ha questa meravigliosa capacità di trasformarsi in qualsiasi cosa tu voglia: un bar a cielo aperto, dove puoi incontrare e condividere un paio di birre con la gente del posto; una sala da ballo per musica all’aria aperta e giravolte nelle braccia di sconosciuti; un posto dove puoi condividere un tramonto romantico, oppure un internet point sotto le stelle. Qui vi spiego come e perchè.

10 – Una gita alla playa Santa Maria del Mar

Non che Cuba mi abbia stipita particolarmente per le sue spiagge, ma questa a pochi chilometri da l’Avana, è una piacevole fuga dalla città.
E’ una spiaggia selvaggia, anche se ci sono ombrelloni e sdraio da affittare e chioschi di bibite fresche, non aspettatevi stabilimenti balneari.
Per arrivarci basta prendere il bus T3 che parte da Parque Central, il centro nevralgico della città, proprio davanti all’ Hotel Inglaterra. Ci mette appena 35 e costa solo 5CUC.


All the photos are mine. Photo credit @ lovetheshoot.it – All rights reserved.


Cerca un hotel all’Avana

Booking.com

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.