10 città al caldo da visitare in inverno

10 città al caldo da visitare in inverno. Ok, Iniziamo dalle basi: voi siete da caldo o freddo? Siete di quelli che appena arriva dicembre tirano fuori gli scarponi da sci, amano crogiolarsi davanti ad un bel camino con un vin brulè; oppure, siete di quelli che appena comincia l’inverno si mettono a pianificare una fuga verso le maniche corte?
Io voto per le maniche corte, anzi il costume, la crema solare, una bibita ghiacciata e un bel sole tiepido a scaldarmi le ossa.
Se anche voi siete come me continuate a leggere perché sto per presentarvi le migliori 10 città al caldo da visitare in inverno.

Quando si pensa alle fughe invernali calde, di solito ci vengono in mente delle località tropicali. Le isole dei Caraibi, i safari in Africa o i bungalow sull’acqua delle Maldive. Invece in Europa ci sono molte più città calde e tiepide anche in inverno di quanto possiamo immaginare.
L’Europa è un’ottima meta perché è a due passi, e perché alcune di queste città europee durante i mesi invernali sono meno affollate e afose rispetto all’estate.
Ho stilato una lista dei luoghi più belli in Europa da visitare durante mesi come dicembre, gennaio, febbraio e marzo.

Siviglia, Spagna

Siviglia è ufficialmente la città più calda tutto l’anno dell’Europa continentale e d’inverno è la meta perfetta per chi fugge dal freddo. Potreste essere sorpresi da un acquazzone occasionale, sempre molto meglio visitarla sotto i quasi 40 gradi dell’estate.
L’inverno porta sicuramente meno turisti e prezzi molto più bassi.
A riempire le vostre giornate non mancheranno magnifiche cattedrali, musei meravigliosi, mostre d’arte, flamenco e la deliziosa paella.

Faro, Portogallo

Faro è la città più meridionale del Portogallo e il luogo perfetto per chi cerca una vacanza tranquilla bagnata dalle acque dell’Oceano Atlantico. È una città pittoresca e affascinante che offre una via di fuga dal trambusto delle città e a differenza della maggior parte dell’Europa ha un clima caldo in inverno.
Proprio come a Siviglia, il numero di turisti è più basso in inverno, ma ciò non significa che non ci sia da divertirsi. La stagione invernale porta solo circa 5 giorni di pioggia ogni mese, con molti giorni di sole a maniche corte, passeggiate sulla spiaggia, birdwatching e ciclismo.

Valletta, Malta

E’ una delle capitali più piccole e pittoresche d’Europa.
Si tratta di 1 km di lunghezza per 600 m di larghezza, ma potreste essere sorpresi nello scoprire che ci sono molte cose da fare a La Valletta. Con La Valletta la capitale europea della cultura del 2018, non c’è mai stato un momento migliore per visitare la capitale di Malta.
La Valletta fu costruita dai Cavalieri Ospitalieri (i Cavalieri di Malta) su una secca e rocciosa penisola circondata dall’acqua. Era un’architettura militare concepita per essere inespugnabile. E così fu: per 200 anni nessuno osò nemmeno tentare l’invasione. Le fortificazioni risultano tutt’ora impressionanti.
Il modo migliore per vederle è quello di fare una passeggiata lungo il bordo della città, il più vicino possibile alle  mura, guardando i due porti che fiancheggiano la capitale.
Iniziando dal City Gate, l’ingresso principale della città, in una passeggiata circolare di circa 1 km si arriva sulla punta della penisola, all’estremità opposta, dove si trova il Forte Sant’Elmo. Patrono dei marinai, sorto sul sito di un’antica torre di guardia.


Ortigia, Sicilia

L’isola di Ortigia, perla bianca di Siracusa, è un luogo magico pieno di storia e poesia. Cosa potrebbe esserci di meglio che perdersi nelle stradine di un’isola, lasciarsi ispirare dall’architettura tradizionale e dagli antichi balconi fioriti, in pieno inverno?
Il modo migliore per apprezzare Ortigia è a piedi. L’isola è la parte più antica della bellissima città di Siracusa che è una città barocca insieme a Ragusa e Noto, ed è collegata alla terraferma da tre ponti: il ponte Umbertino, il ponte Calatafari, il ponte di Santa Lucia.
Quasi tutte le persone che hanno visitato Ortigia si sono innamorate di quest’isola fatta di costruzioni leggere, di una ospitalità genuina, di un mare cristallino. Insieme al fermento culturale delle sue stradine la riempiono di fascino e vita.

Creta, Grecia

La quinta isola più grande del Mediterraneo è stata la culla della più antica civiltà in Europa, fiorita nel 2700 a.C. Da visitare per conoscere i minoici e fare visita al fenomenale Museo Archeologico nella capitale, Heraklion.
Molti secoli dopo, anche i veneziani hanno dato un contributo duraturo alla città di Creta, costruendo porti, mura e fortezze che oggi si ergono alte a Heraklion, Chania e Rethymno.
Più lontano, l’isola è cosparsa di catene montuose e canyon come la Samaria e i suoi trekking e ha alcune delle spiagge più belle che mai viste.
Creta è un arazzo di paesaggi che si intrecciano a città vibranti e villaggi da sogno. Spiagge e antichi tesori, dove i locali sanno contagiare con il loro spirito gioviale, condividendo le loro tradizioni e una cucina meravigliosa.

Maiorca, Spagna

Oltre ad essere la destinazione turistica preferita della famiglia reale spagnola, Maiorca è in cima alla lista delle migliori isole spagnole ed è stata votata la seconda migliore isola d’Europa e la sesta migliore al mondo da TripAdvisor.
Le Isole Baleari spagnole sono tra le destinazioni turistiche più popolari d’Europa. Maiorca è la più grande e sviluppata di queste isole. Romani e Cartaginesi hanno combattuto su questo territorio e rimangono ancora parti di antiche costruzioni romane.
Fondata quasi 2.100 anni fa, la città di Palma di Maiorca, la vivace capitale dell’isola vanta un notevole tesoro ricco di storia. Maiorca accoglie i suoi visitatori su un’isola, che può essere sia vibrante che tranquilla.
E’ una città con una grande spiaggia a portata di mano a renderla perfetta per una vacanza al mare, ma il sole non è l’unico motivo per cui dovreste visitarla.
Maiorca ha una scena artistica molto forte, cultura, cibo e vini.
Non importa per quanto tempo rimarrete Palma, è improbabile rimanere a corto di cose da vedere e da fare.

Isole Scilly, Inghilterra

Sono un gruppo di circa 50 piccole isole e molti altri isolotti che si trovano a sud-ovest della Cornovaglia, in Inghilterra, una cinquantina di km al largo di Land’s End.
Land’s End, è un frammento della Gran Bretagna che si schianta sulla punta della Cornovaglia nell’Atlantico, ed è il punto di partenza per un viaggio alle Isole di Scilly. Una meta poco battuta, decisamente non turistica.
Le isole sono un’unità distinta in Inghilterra, sebbene facciano parte della storica contea della Cornovaglia, hanno uno status simile a quello di un’autorità unitaria. Il centro amministrativo si trova a St. Mary, l’isola più grande del gruppo.
Alle Scilly vi sembrerà di essere tornati indietro nel tempo, con una popolazione di soli 2.200 abitanti su cinque isole abitate, il senso di comunità qui è molto forte, ma anche molto accogliente. Ed è così sicuro tanto che nessuno chiude le porte di casa e e i bambini possono correre selvaggiamente attraverso le isole come i personaggi dei racconti di Enid Blyton.
Mari azzurri, giardini subtropicali e spiagge di sabbia bianca a soli 15 minuti dalla Cornovaglia, perfetti per scappare dal freddo inverno inglese.

Kotor, Montenegro

Kotor è più il nome di un combattente russo che di un paesino incastonato tra le scogliere del monte Lovćen e un angolo di baia nel Montenegro.
Kotor, o Cattaro in italiano, è un villaggio placido, perfettamente in armonia con la sua ambientazione. Circondato da solide mura che serpeggiano sui pendii circostanti, la città è un labirinto medievale di musei, chiese, piazze disseminate di caffè, palazzi e guglie veneziane.
E’ meta di un turismo ancora discreto e poco chiassoso, e quindi ideale per chi è in cerca di tranquillità. E’ un luogo fatto di un passato drammatico che convive perfettamente con il suo presente.
Le Bocche di Cattaro, chiamate anche il fiordo più bello del Mediterraneo, rappresentano una delle meraviglie naturali dell’area Mediterranea grazie alla bellezza del paesaggio e alla loro ricchezza biologica. E’ la meta perfetta per chi è in cerca di  un mare incontaminato e mite anche in inverno.

Istanbul, Turchia

Un’affascinante città costruita su due continenti, divisa dallo stretto del Bosforo. Uno dei più grandi esempi di un perfetto incontro tra Oriente e Occidente, è un crogiolo di molte civiltà e persone diverse.
Dalla fondazione di Bisanzio nel VII secolo a.C. fino ad oggi, Istanbul ha sempre avuto un ruolo importante nella storia dell’umanità. Tutti volevano ottenere il controllo di quest’area a causa della sua posizione strategica. Molti imperi nacquero qui sulle ceneri di quelli precedenti.
Il cuore di Istanbul è la sua vibrante comunità, fatta di oltre 15.00 abitanti, inclusiva e in espansione. E’ piena di persone che lavorano duramente e fanno festa, non hanno problemi a fondere tradizione e modernità nella loro vita quotidiana.
Le cose da fare a Istanbul anche in inverno sono moltissime: tra i tea garden, le deliziose caffetterie, le prelibatezze delle taverne turche e i ristoranti di kebap. Il cibo sarà un momento topico del vostro viaggio.

Lanzarote

Lanzarote è la quarta isola più grande delle Canarie, situata appena fuori dalla costa nord-africana. Ha ottenuto lo status di riserva della biosfera dall’UNESCO per i suoi meravigliosi paesaggi vulcanici e spiagge.
L’isola è una meta turistica popolare per gli europei che vengono qui a prendersi il sole e esplorare dei paesaggi vulcanici straordinari. Dall’alto, Lanzarote sembra una distesa di coni di lava secca. Un campo infinito di rocce.
A guardarla più vicino, troverete affascinanti villaggi bianchi, valli verdeggianti, scogliere alte, belle spiagge e calette abbandonate.
Se siete più interessati a rilassarvi sulle spiagge di sabbia dorata e avere una bella vacanza in stile resort, Lanzarote ha anche quello. Con miglia di spiagge incontaminate dalla sabbia dorata, nera e rossa, circondata da un’acqua blu chiara.
C’è anche la possibilità di fare surf, kiteboard e wind surf. È possibile andare in kayak e ci sono alcuni grandi siti d’immersione intorno all’isola.

Cipro

A sud della Turchia, a ovest della Siria e del Libano e a nord-ovest di Israele. La sua posizione strategica e la relativa neutralità rispetto a molte nazioni del Medio Oriente l’hanno resa una sorta di crocevia diplomatico.
Cipro è la terza isola più grande del Mediterraneo, dopo Sardegna e Sicilia, e davanti a Creta.
Una sottile linea invisibile divide Cirpo in due Nord e Sud, ma anche due stili e comunità con influenze diverse. Le società greco-cipriote e turco-cipriote sono intrinsecamente diverse ma anche incredibilmente simili; collegate dal ruolo ancora forte di una vita familiare tradizionale e da una ricca storia in cui culture alimentari e costumi popolari si sono mescolati.
Cipro è perfetta per scappare da un gelido inverno, l’ospitalità cipriota è naturalmente calda e accogliente.
E’ un luogo dove c’è una spiaggia per tutti, da quelle selvagge a quelle più attrezzate per le famiglie, e dove è possibile fare ogni sorta di sport acquatico.
Se poi vi stancate di tutto quel blu, il Monte Olimpo a due passi con le sue valli di vigneti, fiori e piante selvatiche è luogo di trekking e escursioni in mountain bike.

Chiara Cerri

Sono una fotografa e web writer e vivo a Londra. Se mi cerchi mi trovi in riva al mare o in libreria.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.