Lifestyle

6 imprevisti di viaggio e come risolverli con il giusto spirito

Imprevisti di viaggio. Quali sono i più temuti.
Eccoci arrivati al giorno prima della partenza, abbiamo flaggato tutti i punti nella lista di viaggio, la valigia è pronta, o quasi, l’itinerario pure. La guida già stropicciata e piena di appunti, la macchina fotografica in carica e voi, col cuore pieno di aspettativa.
Nell’identikit del viaggiatore che ha tutto sotto controllo, che si pregusta il viaggio da settimane, c’è solo un’ombra, quella degli imprevisti. Sono l’incubo di chi parte e ha solo una settimana per godersi una vacanza e anche solo una cosa che andrà storta potrebbe togliere tempo, energie e risate al viaggio.
Ma il viaggio è vita e nella vita sappiamo che gli imprevisti fanno parte del pacchetto, succede che se all’inizio li concepiamo come una sfortuna, una perdita di tempo, alla fine sappiamo che spesso nelle disavventure c’è la sostanza del viaggio; la disavventura può aprire possibilità, convertirsi in aneddoti divertenti per i nostri racconti alle cene con gli amici.

Vediamo quali sono gli imprevisti più temuti e come affrontarli, se possibile, con la calma di un bradipo.

Volo cancellato

Conosco persone che la notte prima di prendere un volo non dormono per evitare rischio di rimanere addormentati, oppure persone che arrivano in aeroporto tre ore prima dell’orario richiesto, no nessun riferimento personale, nessunissimo.
Nonostante le accortezze però, può capitare di perdere una coincidenza, di rimanere imbottigliati nel traffico a causa di un incidente, oppure che il volo venga cancellato. Una nota compagnia aerea mesi fa, a causa di uno sciopero, ha cancellato numerose tratte europee. Cosa fare quindi?
Esistono compagnie che si occupano di tutelare i diritti dei viaggiatori aerei, in caso di rimborso al volo AirHelp si occupa di tutto l’aspetto burocratico e comunicazione con il vettore aereo. Una commissione é dovuta solo in caso in cui il passeggero ottiene il rimborso.
Quando si perde un volo per motivi che non sono nostri, subiamo un disagio e abbiamo diritto ad un rimborso, farlo è semplicissimo: basta seguire le indicazioni, inserire i nostri dati e quelli del nostro volo e aspettare il riscontro del reclamo. AirHelp rimborsa fino a 600 euro su voli europei.

nota positiva: nel prossimo volo, scegliete posto finestrino

Perdere i documenti

Alla voce ansia sul dizionario della lingua italiana troviamo scritto “quel momento in cui perdiamo i documenti“, scherzi a parte, perdere i documenti è già una cosa fastidiosa in Italia, figuriamoci se questo accade all’estero.
Ecco gli step da seguire per risolvere la situazione, ovviamente dopo aver setacciato a fondo la camera ed esserci assicurati che sì, l’incubo più temuto di un viaggiatore è capitato a noi:

  • la primissima cosa da fare è sporgere denuncia presso gli uffici della polizia locale, questo forse è lo step più difficile essendo un paese straniero, potrebbero non parlare inglese, oppure fornirvi una documentazione nella loro lingua
  • con il foglio della denuncia e due fotografie formato tessera dovrete poi recarvi all’Ufficio Consolare italiano più vicino; sul sito della Farnesina sono riportati recapiti e indirizzi del Consolato Italiano in tutti i paesi del mondo, farvi poi rilasciare il documento provvisorio chiamato E.T.D. – Emergency Travel Document 
  • assicuratevi di avvisare la compagnia aerea di quanto accaduto

nota positiva: nelle nuove foto tessera avrete un sorriso smagliante!

Ammalarsi

Ammalarsi in vacanza è un altro dei temibili imprevisti: c’è una strana congettura che fa in modo che il giorno prima del viaggio ti venga la combo febbre/ciclo e mal di gola, alzi la mano a chi non è successo.
Già è scocciante passare giorni reclusi in casa, figuriamoci quanto sale il livello di fastidio se siamo a Marrakesh e dobbiamo rinunciare ad una notte in tenda nel deserto.
Ecco come gestire la situazione salute: prima di partire, se visitiamo paesi tropicali o a rischio, facciamo un salto nel reparto della medicina del viaggiatore e chiediamo se ci sono vaccinazioni obbligatorie o consigliate. 
Assicuriamoci poi di stipulare una buona assicurazione sanitaria, che copra le spese mediche in caso di malattia o infortunio.
Qui ho scritto un post con alcuni consigli su come mantenerci in salute durante un viaggio.

nota positiva: relax a letto assicurato

Check-in sovrapprezzo

Uno degli errori più comuni del viaggiatore inesperto è quello di non controllare gli orari del check-in pensando di poter arrivare a destinazione a qualsiasi ora. Alcune strutture ricettive hanno dei sovrapprezzi se sforate l’orario del check-in stabilito, rischiate di trovare una bella sorpresa all’arrivo.

nota positiva: nessuna

Biglietti musei/attrazioni finiti

Vi è mai capitato di arrivare al museo e trovare una fila interminabile che, due ore in piedi e tanta pazienza non bastano e quindi optare per il piano b con la coda tra le gambe? Oppure arrivare al teatro e scoprire che se compravate i biglietti online, saltavate la fila e pagavate meno?
Date sempre un’occhiata online sul sito dell’ente turistico, alle volte si trovano biglietti cumulativi per i vari circuiti culturali del posto.

nota positiva: disertare il museo e optare per la gelateria

Bagaglio smarrito

Questo è un altro soggetto della narrazione post viaggio, la leggenda del bagaglio smarrito e tutte le vicissitudini a seguire, tra mutande comprate al volo e dentifrici chiesti in prestito al vicino di stanza.
Oltre all’accortezza di portare un cambio a bordo, vale la pena mettere alcuni pezzi beauty nella borsa per il bagaglio a mano, soprattutto peri voli internazionali.

nota positiva: potete rifarvi il guardaroba

 

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.