Lifestyle

A scuola di “fare una cosa per volta” – ovvero se il multitasking è una bufala

Andrebbe così, io alzerei una mano e direi:
“Ciao io sono Chiara e sono una malata di multitasking”
“Ciao Chiara” direbbero dieci voci in coro, di altrettanti malati di multitasking con gli occhi a palla da ipertiroidei e le mani tremanti degli iperattivi.
Andrebbe così nel mio gruppo di recupero per multitasking anonimo.
Si perché qualche anno fa andava di moda ora invece lo odiano tutti.
Me compresa, che ci compatto da sempre.

No seriamente, ma non pensate anche voi che il multitasking sia una stronzata?
Ci pensavo l’altro giorno, quando, mentre stavo rispondendo ad una mail, ascoltavo una canzone che me ne ricordava un’altra, reggevo un caffè fumante con la mano sinistra, guardavo con la coda dell’occhio il cellulare lampeggiare e con la mano libera mollavo la mail che stavo scrivendo nel bel bezzo di un “credo che la cosa si faccia interessante quan…” e aprivo una nuova finestra di Google per cercare il prezzo di una macchina fotografica che voglio vendere.
Che cazzo sto facendo?
Mi sono detta.

Il multitasking è una stronzata.
Quando è che abbiamo cominciato ad assuefarci a questo isterismo senza respiro di attività accavallate una sopra l’altra?
Io ci sono nata multitasking e lo sono nella mente ancora prima che nei fatti, così quando mi sveglio la mattina c’ho le raffiche di pensieri che escono fuori dalla mia testa sotto forma di nuvola dei fumetti, che acchiappo a quattro braccia, come la Dea Kalì. E me li infilo nelle tasche del pigiama.

E per non mettermi a fare cinque cose contemporaneamente sulla stessa lunghezza d’onda mi devo concentrare tantissimo.

Fare
una
cosa
per
volta.

Come quando ero in India e per giorni interi mi sono dovuta concentrare a fare solo questo: respirare.

E basta.

About Author

lovetheshoot

5 Comments

  1. Come ti capisco!!
    Io sono troppo multitasking…TROPPO!! Sto iniziando a perdere il controllo 🙂
    Quando trovi il modo di rimediare avvisami…

  2. Faccio parte della banda anch’io e finora me la sono cavata. Ma adesso che lavoro da casa e ho un corso proprio nel mezzo della giornata sto iniziando a non capirci più nulla: mi sembra di iniziare 10000 cose e non finirne nemmeno una. Devo trovare un rimedio prima dell’esaurimento, ma se ti viene qualcosa in mente fai un fischio!

  3. Posso iscrivermi al gruppo di supporto. Magari ne creiamo uno ad hoc? Per favore! Questa cosa del multitasking mi sta iniziando a pesare, soprattutto da quando sto lavorando da casa. Per fare un esempio live: sto scrivendo a te, caricando un video su youtube, ascoltando il mio compagno, rispondendo al mio compagno, e controllando se sono arrivati nuovi ticket da parte di un cliente su helpscout. A posto!

Leave a Reply