Ungheria

Cosa fare 2 giorni a Budapest

Cosa fare durante un fine settimana a Budapest.
Poche città europee possono competere con la suggestiva cornice del Danubio. Una striscia sottile che taglia a metà quella che da molti è definita la Parigi dell’est.
I suoi due lati, Buda e Pest, separati dal 1873, mantengono ancora le loro identità distinte. La prima parla una lingua antica ricca di storia, la seconda è più pratica, rumorosa, cosmopolita.
A Buda troverete palazzi reali, centri termali risalenti all’epoca ottomana e colline boscose, mentre a Pest potrete esplorare una serie di musei, fantastici edifici in stile art nouveau e un quartiere ebraico molto alla moda.

Quando andare a Budapest?

Sono stata a Budapest a giugno, ma sono convinta che la città abbia qualcosa di magico da regalare in qualsiasi periodo dell’anno.
Mi immagino la brezza fresca di dicembre, la gente incappucciata camminare lungo Vaci Utca, tra gli edifici eleganti e le luci di festa, oppure penso ad un’afosa sera d’estate, una distesa di caffetterie lungo il Danubio, il vociare di gente, i gelati mangiati sulle panchine.

Cosa fare due giorni a Budapest?

Budapest è una città viva, giovane, che ha avuto un boom di turismo negli ultimi anni e sta investendo molto sull’arte, sui servizi e i divertimenti. Vi stupirà il quantitativo di opere d’arte, statue in bronzo per lo più, disseminate in tutta la città che raccontano della storia Ungherese: tra rivoluzioni, liberazioni e tragedie; per alleggerire gli animi troverete anche un Bud Spencer, a quanto pare molto popolare tra gli ungheresi.

GIORNO 1

9.00 colazione al New York Café

E’ in cima alla lista dei caffè più belli del mondo, un posto opulento, fatto di marmo bianchissimo e velluto rosso, foglie d’oro a decorare i soffitti, qui si respira davvero un’aria regale.
Non si va qui solo per prendere un caffè ma per vivere un’esperienza bohémien. Il momento migliore per andare è la mattina presto, quando non c’è folla e avere tutta la bellezza solo per voi.

11.00 una visita al Parlamento

Il Palazzo del Parlamento nazionale di Budapest è uno dei monumenti più famosi della città.
L’edificio di 691 camere è famoso per la sua architettura neogotica e statue ornate e splendidi dipinti. Scoprirete la storia politica di Budapest, tra approfondimenti e aneddoti magari spiegati da una guida turistica esperta.

13.00 le scarpe sulla riva del Danubio

Un memoriale straziante, dedicato alle persone uccise dai fascisti a Budapest, durante la seconda guerra mondiale. Lo troverete non troppo lontano dal Parlamento, lungo il Danubio in direzione del centro città.
E’ una scultura, composta da 60 paia di scarpe in ghisa progettate da Can Togay e Gyula Pauer, commemora l’uccisione di 3.500 civili – tra cui 800 ebrei – uccisi dai miliziani di Arrow Cross. Alle vittime, prima di essere fucilate, fu ordinato di rimuovere le scarpe, i loro cadaveri cadevano nel fiume.

14.30 a pranzo al Grande mercato coperto

Per gli amanti dei food market il Great Market Hall è un tunnel neogotico restaurato, diviso su due piani dove al piano terra è possibile fare shopping dei migliori prodotti di artigianato locale: sottaceti e verdure fresche, carne, pesce, formaggi. Al piano di sopra troverete negozi di classici souvenir e una sfilza di chioschi dove assaggiare piatti tipici della cucina ungherese, gulash, spezzatino, stinco, lángos (gnocco fritto gigante), patate e ancora patate.

16.30 la Grande Sinagoga

Inaugurata nel 1859, la Grande Sinagoga di Budapest è il luogo di culto ebraico più grande d’Europa e il secondo più grande al mondo.
Vale la pena il viaggio a Budapest solo per la sua splendida architettura e l’arredamento degli interni, all’interno ci sono il Museo e gli archivi ebraici ungheresi e il Memoriale dell’albero della vita dell’Olocausto.

18.00 passeggiata per il Quartiere ebraico

Il vivace quartiere ebraico di Budapest, noto anche come il settimo distretto, è ormai diventato l’epicentro della città, tra pub, caffetterie e ristoranti di tendenza.
Per spuntini di 24h su 24h date un occhio allo Street Food Karavan. La vita notturna inizia al settimo distretto, con i suoi locali più popolari come il Szimpla Kert, il primo ruin pub, realizzato all’interno di una fabbrica abbandonata. E’ un ambiente kitsch, avvolto in un’atmosfera particolare dove bere un drink tra biciclette appese ai muri, carcasse di automobili tramutate in tavolini e schermi di televisori anni ’80.

GIORNO 2

10.00 attraversare il ponte delle catene

Collega le due metà Buda (ovest) e Pest (est) della città, inaugurato nel 1849, il magnifico ponte sospeso sul Danubio. Progettato da un ingegnere inglese e costruito da uno scozzese, il ponte è un simbolo dell’orgoglio e del progresso ungherese.
Ci si impiegano circa 15 minuti per attraversarlo nel mentre ammirare il panorama che si estende sui due lati del fiume e scattare splendide fotografie.

12.00 il Castello di Buda

Uno spettacolare palazzo del XIII secolo che si trova in cima a Castle Hill. E’ stato dichiarato patrimonio mondiale dell’Unesco e contiene anche la Galleria nazionale ungherese, il Museo del castello e la Biblioteca nazionale Széchenyi.
Mentre siete lì potete fare un salto in una delle più antiche pasticcerie della città la Ruszwurm Confectionery.

15.00 Bastione dei Pescatori

Costruito tra il 1895 e il 1902 per celebrare il millesimo compleanno dello stato ungherese, il Bastione dei Pescatori è un’imponente terrazza panoramica neogotica situata sulla riva del Danubio a Buda, sulla collina del castello. La vista più bella sul Danubio, soprattutto al tramonto.

17.00 immergersi nei bagni termali

L’ora giusta per fare immergersi nelle acque termali di Budapest.
Fai un tuffo nei bagni Gellért in stile liberty con le maioliche e colonne romane; oppure una partita a scacchi in acqua presso gli enormi Bagni Széchenyi, i più famosi della città. Oppure andate indietro nel tempo con un bagno nelle suggestive terme di Király risalenti al XVI secolo, senza dubbio il miglior regalo alla città da parte dell’occupazione turca.

CERCA HOTEL A BUDAPEST


Booking.com


No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.