Europa

Le 8 migliori cose da fare a Malta durante l’inverno

Quando pensavo a Malta immaginavo la tipica vacanza di mare in un’ isola mediterranea: giornate trascorse al sole, a bordo piscina o su una spiaggia sabbiosa. Non si può negare che Malta possa essere una delle mete più eccitanti  per una vacanza estiva in Europa – ma cosa succede se non si riesce a raggiungere l’isoletta in tempo per l’estate?
Grazie al clima mediterraneo e alla sua localizzazione a differenza della maggior parte dei paesi europei, l’isola in  inverno è abbastanza temperata, con temperature che oscillano tra i 12° e i 15° gradi e raggiungono un picco di 25°.
Durante l’ inverno, lontano dalle vacanze stereotipate tra sole, sabbia e mare, alcune attività e attrazioni sono effettivamente più accessibili e meno affollate. L’assenza del caldo soffocante dell’estate significa muoversi in modo molto più piacevole.  La campagna si trasforma in un paradiso verde, con una sua vegetazione quasi selvatica in un bellissimo contrasto con il paesaggio più secco lasciato dai mesi estivi.

Contrariamente a quanto si crede, a Malta ci sono un sacco di attività da poter fare anche durante l’inverno. Se state pensando di prenotare la vostra vacanza tra novembre e febbraio, state certi che c’ è molto da fare per rendere la vostra vacanza indimenticabile.

Ecco alcune cose che potete fare per scrollarvi di dosso la tristezza invernale e allo stesso tempo saperne di più sull’ isola:

1 – Visit Hagar Qim

I templi preistorici di Malta sono tra i più antichi edifici in pietra del mondo e sono tutti siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Costruiti tra il 3600 aC e il 2500 aC (molto più antico di Stonehenge).
Il tempio di Hagar Qim sorge su una collina che domina il mare e l’isolotto di Fifla, a non più di 2 km a sud-ovest del villaggio di Qrendi. In fondo alla collina, a soli 500 metri di distanza, si trova un altro notevole sito, il tempio Mnajdra trovato sopra le scogliere meridionali. Lo spettacolare paesaggio circostante è tipico della macchia mediterranea.
La nuova tenda protettiva e il nuovo centro visitatori costruiti nelle vicinanze offrono una nuova dimensione a questa esperienza, con un’ introduzione audiovisiva e uno spazio espositivo che mostra numerosi artefatti correlati e mostre interattive.

2 – La Valletta e le sue fortificazioni

La Valletta fu costruita dai Cavalieri Ospitalieri (i Cavalieri di Malta) su una secca e rocciosa penisola circondata dall’acqua. Era un’ architettura militare concepita per essere inespugnabile. E così fu: per 200 anni nessuno osò nemmeno tentare l’invasione. Le fortificazioni risultano tutt’ora impressionanti.
Il modo migliore per vederle è quello di fare una passeggiata lungo il bordo della città, il più vicino possibile alle  mura, guardando i due porti che fiancheggiano la capitale.
Iniziando dal City Gate, l’ingresso principale della città, in una passeggiata circolare di circa 1 km si arriva sulla punta della penisola, all’estremità opposta, dove si trova il Forte Sant’Elmo. Patrono dei marinai, sorto sul sito di un’ antica torre di guardia.

3 – Marxakokk e il mercato domenicale del pesce

Marsaxlokk è un pittoresco villaggio di pescatori situato a sud-est di Malta. Questo villaggio, che ha una popolazione di circa 3.500 abitanti, è il luogo dove viene pescato la maggior parte del pesce che circola a Malta. Tra cui il pesce spada, il tonno e il lampuki, ovvero il capone famoso pesce maltese.
Anche se tutto il pesce pescato nei giorni feriali viene portato al mercato del pesce di La Valletta, il pescato della domenica viene venduto dai pescatori stessi durante il famoso mercato della domenica di Marsaxlokk. Questo è uno dei mercati più popolari dell’isola, frequentato sia da locali che da turisti che si aggirano tra le bancarelle in cerca di pesce fresco o souvenir.

4 – Mdina e Rabat

E’ stata la prima capitale di Malta, Mdina è stata abitata e fortificata sin dall’età del bronzo ed era il centro romano di Malta. Quello che vediamo oggi è iniziato con gli arabi e ha continuato attraverso il periodo cristiano medievale. E’ ancora abitato ed è qualcosa che assomiglia molto ad un museo vivente. Le famiglie nobili di Malta hanno le loro residenze antiche qui e le sue stradine labirintiche sono un piacere da esplorare, soprattutto in inverno quando sono deserte e misteriose.
Tra le cose da fare, una bella passeggiata tra le pitoresche strade della città silenziosa e prima di partire una cena in una delle tipiche taverne.

5 – La Cattedrale di San Giovanni, La Valletta

La bellissima Cattedrale di San Giovanni è da visitare indipendentemente dalla stagione, ma questo luogo sacro è particolarmente affascinante in dicembre, dove l’ atmosfera di festa adorna e riempie le sue sale. Costruita in onore di Giovanni Battista, questa cattedrale barocca è stata progettata dal famoso architetto maltese Girolamo Cassaro ed è oggi considerata una delle cattedrali più belle di tutta Europa. Il soffitto raffigura scene iconiche della vita di Giovanni il Battista, mentre l’arredamento interno generale brilla di oro caldo. Oltre a questo, la Cattedrale vanta anche alcune famose opere d’arte di artisti del calibro di Caravaggio.

6 – Una gita al nuovo Acquario Nazionale a Qawra

Questa è sicuramente un’ attività divertente anche per i bambini. Il nuovo acquario è l’ultima gioia nazionale di Malta, ospita una miriade di splendide specie di pesci tra cui squali, pesce palla e molti altri ancora.  All’interno due ristoranti e anche un negozio di souvenir per coloro che desiderano portarsi a casa un ricordo a forma di pesce colorato.

7 – Passeggiate a cavallo, Golden Bay

È un’esperienza rilassante se siete amanti degli animali e della natura. Golden Bay è un luogo popolare per passeggiate a cavallo al tramonto e lezioni private.  La stagione invernale è il momento migliore per fare equitazione lungo le maestose coste o le campagne di Malta, evitando il caldo asfissiante dell’estate.

8 – Prenditi del tempo per esplorare almeno un evento culturale stagionale

Grazie a  generosi incentivi per gli eventi, negli ultimi cinque anni il governo maltese ha contribuito ad organizzare più di 150 eventi culturali che attirano migliaia di residenti e turisti. Questi eventi ripropongono tradizioni lontane e creano una nuova nicchia turistica, in cui i visitatori sono incoraggiati a interagire in modo diretto con le comunità maltesi locali.
Visita la pagina di What’s on in Malta per scoprire quali eventi ti aspettano.

You Might Also Like

14 Comments

  • Reply
    k around the world
    gennaio 12, 2018 at 10:12 am

    credo che visitare i luoghi fuori stagione dia la possibilità di capire veramente come siano, Malta è uno dei posti che prendo sempre in considerazione ma che poi non riesco mai a visitare

  • Reply
    Oltre le parole
    gennaio 12, 2018 at 11:58 am

    A dimostrazione che Malta non è solo una meta estiva! Complimenti davvero!

  • Reply
    Sandra
    gennaio 12, 2018 at 1:53 pm

    Molto belle le foto e interessanti le info per una destinazione davvero inusuale.

  • Reply
    Veronica Sala
    gennaio 12, 2018 at 1:59 pm

    Siamo stati a Malta a marzo dell’anno scorso e ne ho amato ogni singolo centimetro, ogni angolo, ogni mattone, ogni balcone e ogni porticina colorata. Un vero gioiellino *-*

  • Reply
    Roberta
    gennaio 12, 2018 at 3:58 pm

    A me, a dire il vero, Malta non è riuscita a piacere. L’unico posto che mi ha ammaliata è La Valletta. Non ce l’ho fatta, purtroppo, ad apprezzare le località di mare. Può essere che seguendo un itinerario del genere, per di più in bassa stagione, riesca a cogliere l’anima più autentica dell’isola…

  • Reply
    Cassandra - Viaggiando A Testa Alta
    gennaio 12, 2018 at 4:12 pm

    Malta è un’isola veramente bella che merita una visita! Ci sono stata circa 3 anni fa durante uno scalo in crociera. Una sola giornata, ma mi ha stupito!

  • Reply
    eleonora
    gennaio 12, 2018 at 4:39 pm

    Sono stata a Malta una volta, in crociera, ma non mi ha lasciato molto, grazie al tuo articolo invece ho voglia di tornare e vederla come si deve.

  • Reply
    Veronica
    gennaio 12, 2018 at 6:55 pm

    Quante cose che non sapevo…! L’avevo sempre considerata solo una meta estiva!

  • Reply
    Paola
    gennaio 12, 2018 at 8:43 pm

    Sono molto incuriosita da Malta, leggendo in giro c’è chi la ama e chi la odia. Sicuramente è da visitare!

  • Reply
    marina
    gennaio 13, 2018 at 11:32 am

    Amo tantissimo Malta. Io ci andai in estate, ma considerato che facemmo pochissimo mare perché non siamo tipi da spiaggia, praticamente abbiamo visitato le stesse mete che hai indicato tu e anche qualcosa in più. Invece mi mancano le passeggiate a cavallo di cui parli e l’Acquario, che all’epoca non esisteva ancora.

  • Reply
    Stefania Ciocconi
    gennaio 13, 2018 at 12:45 pm

    Avrei voluto visitarla tre anni fa poi ho preferito la Costiera Amalfitana ma se dovessi andare opterei per il mese di maggio quando ancora non fa troppo caldo e non ci sono tantissimi turisti! qualcuno dice che è necessario avere un’auto per girarla bene, altri affermano che anche in bus si riesce a spostarsi agevolmente forse che le cose siano cambiate e siano diventati puntuali?

    • Reply
      Chiara Cerri
      gennaio 16, 2018 at 10:52 am

      Io non avevo la macchina, ma sarebbe stata molto utile dato che le distanze sono brevi. Gli autobus sono ancora in ritardo, a volte 10 min a volte 20…diciamo che devi essere flessibile e rilassata. Malta style.

  • Reply
    Ilaria
    gennaio 14, 2018 at 9:56 am

    Sono stata a Malta fuori stagione, a fine marzo, e mi è piaciuta tantissimo!

  • Reply
    Erica
    gennaio 15, 2018 at 9:31 am

    Malta, che destinazione controversa! Tutti ne tessono le lodi nel periodo estivo (ovviamente) ma sono curiosa di visitarla in bassa stagione! Prenderò nota delle tue tappe!

Leave a Reply