Lifestyle

D’estate è facile

Settembre mi piace. Le spiagge sono più vuote, più silenziose e più dolci.
I turisti se ne vanno e si portano dietro le loro ferraglie con motore su quattro ruote, rendendo alle strade la loro dovuta desolazione. Perché, le strade se la meritano un po’ di pace o no?
Le giornate sono un po’ più corte, così da farti sentire come se il tempo non bastasse mai per fare ciò che vorresti o per finire il tuo lavoro e quindi ti ritrovi a desiderare giornate più lunghe, come quelle estive. Noiose lunghe giornate estive, ore inutili da riempire di niente. Il niente è bello.
Nelle vetrine si possono vedere strati e strati di abiti caldi spessi e rassicuranti.
Verso settembre l’estate sta per finire e questo è sempre un bene.
E’ un bene perché con la fine dell’estate arriva tipo la resa dei conti per quello che durate l’estate hai finito o hai incominciato, si sa è un bluff, l’estate è sempre un bluff. E il tempo del vivere facile, dove però accade sempre qualcosa di complicato nel mezzo.

E Janis Joplin lo sapeva: “Summertime and the living’s easy è facile d’estate, però poi non è facile niente dopo, quando le saracinesche si abbassano, il sole si chiude, i costumi passano di moda, la pelle diventa pallida, le meduse scoppiano, l’aria ti squama le ossa, le strade si bagnano, i letti si riempiono di piume, le macchine riscaldano dentro, il cielo si abbassa, la gente si allontana.

Dopo scopri se quello che è veramente finito è finito e se quello che è cominciato è cominciato, allora si che è bello.

About Author

lovetheshoot

Leave a Reply