Lifestyle

I love podcast: i 4 migliori del momento

I podcast esistono da tempo, ma negli ultimi anni sono cresciuti molto in popolarità.
E perchè non dovrebbero?
Sono un modo conveniente per far ascoltare informazioni, combinano il meglio della radio. Entrano nella tua vita come e quando vuoi.
Sono una delle forme più flessibili di educazione verbale e informazione audio disponibili oggi.
Cosa sono?
Una serie di registrazioni audio accessibili online da dispositivi come computer o tablet.
Qualcosa di molto simile ad un talk show alla radio, ma molto più comodo perché puoi ascoltarli nel tuo tempo e nel tuo ritmo.

Eccone 4.

 

Il fotografico

Pictures of you, su Poliradio

Chi ha detto che fotografia e radio non vanno d’accordo?
Ogni puntata settimanale va in onda tutti i martedì dalle 20 alle 21 su Poliradio, tra fotografia, musica e parole.
Ogni settimana una tematica da affrontare, dai grandi maestri della fotografia, ai trend delle generazioni digitali, passando per i temi di attualità, gli eventi e le persone della cultura fotografica. Musiche ad intervallare le discussioni e le interviste.

Quello divertente e femminista

The Guilty Feminist

Siamo onesti, praticamente tutto nella società è na contraddizione. Le commedie romantiche  presentano immagini terribili di donne, da Hugh Grant a Bridget Jones a Julia Roberts. Stereotipi su stereotipi.
Deborah Frances-White è ovviamente nella stessa barca, infatti inizia ogni episodio del suo podcast, The Guilty Feminist, con la frase “Sono una femminista ma …”.
E fa morire dal ridere.
Affronta argomenti come abbigliamento, depilazione, non avere figli e molti altri stereotipi e contraddizioni riguardanti la sfera femminile.
Lo fa davanti ud un pubblico dal vivo e con ospiti sempre nuovi, come in un vero stand-up comedy.


Quello narrativo femminile

Senza rosetto

Podcast di racconti sulle donne, scritti e raccontati dalle migliori scrittrici italiane contemporanee.
Un progetto sull’immaginario femminile a cura di Giulia Cuter e Giulia Perona. E’ un podcast molto curato, nella forma e nella sostanza, che dà voce alla questioni fondamentali sui diritti delle donne.
Serve ancora parlare di identità e femminismo? Ascoltatelo.


L’educativo

Risciò

Una piattaforma da tenere d’occhio è quella di Piano P che produce racconti giornalistici di grande spessore.
E’ un podcast interamente dedicato alla Cina, ideato e scritto da Giada Messetti e Simone Pieranni. Puntate con cadenza bisettimanale. Non si tratta di un podcast di viaggio, anche se sono molte le tradizioni culturali che si apprendono durante l’ascolto, bensì ci si concentra sul ruolo della grande potenza asiatica.
Non è un caso che le prime due puntate siano incentrate sul presidente Xi Jinping dalle origini della sua storia politica al rapporto con Trump e Kim Jong-un.

Ciao, sono una fotografa e web writer e vivo a Londra. Se mi cerchi mi trovi in riva al mare o in libreria.

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.