Lifestyle

Idee per un reportage di viaggio alternativo

Ciao,
questa è una breve guida su come realizzare un reportage di viaggio alternativo.
In giro nel web ci sono vari consigli su come fare delle foto tecnicamente perfette, quali sono le ore migliori per fare scatti mozzafiato e magari diventare il nuovo Chris Burkard.
In pochi però vi dicono quello che veramente conta, 1- per fare belle foto bisogna fotografare quello che ci piace, 2- non necessariamente se andate in un luogo dovete fare le tipiche foto di viaggio. Quello che avete visto scorrendo il vostro Intagram feed per intenderci.

Attrezzatura? L’essenziale

In viaggio non conta molto il quantitativo di attrezzatura che ci portiamo dietro, conta la praticità, quel sapersela cavare con poco. Anche nella fotografia. Per questo vi consiglio l’essenziale, ad esempio una bella macchina fotografica piccola e leggera e con un obiettivo molto luminoso come questa fotocamera bridge Panasonic.
Partire con uno zoom già montato è l’ideale, così potete fare tutto con quello e non dovete ogni volta stare a cambiare l’obiettivo.
Un bel filtro polarizzatore in situazioni di luce estrema fa sembre comodo e una borsa, possibilmente di quelle a tracolla per poter estrarre la macchina con più facilità.

Non fare foto

La regola per fare belle foto? Non farle.
Nel senso che è meglio non andare in giro con l’ansia di scattare la foto perfetta e fare centinaia di scatti che poi una volta visti al computer finiranno nel cestino, perchè non ci dicono nulla. E’ meglio pensarci prima.
Sapete già cosa vi piace fotografare?
Le persone, la vita sociale. La natura, gli animali. L’architettura, le finestre? Scoprirlo è essenziale.
Se sapete cosa attrae il vostro occhio fotografico allora uscite, senza la macchina fotografica, esplorate il posto, vivetelo e piano piano cominciate a capire da dove dovete partire.
Quali possibiltà avete. Il mio consiglio è quello di fotografare mentalmente, prima.
Una volta che siete familiari, uscite con la vostra macchina fotografica con l’intento di andare a fare foto con una idea già in testa. Se questo vuol dire tornare in un posto, tornateci.

Parla con la gente

Questo è un consiglio particolarmente adatto se amate fare foto di persone, perchè per fotografare la gente bisogna parlarci (senza questo timore), ma anche se il vostro obiettivo è rivolto verso altro. Nessuno meglio di un local potrà darvi consigli su dove andare a fare foto. Se avete una idea specifica, non so, fotografare una fattoria, un laboratorio di ceramica, la montagna con la vista più bella, parlarne con la gente del posto è la risorsa migliore.

Crea il paradosso

Andate contro quello che è il senso comune. Ogni posto è legato ad un immaginario generico, ma all’ interno di quelle che sono le situazioni tipiche che vengono fotografate potreste trovare dei contrasti più interessanti.
Se in Islanda tutti fotografano panorami voi potreste fotografarli dall’interno, attraverso le finestre, come sono e case islandesi?
Io ad esempio Cuba, nonostante la famosa allegria dei suoi mille colori, l’ho voluta rendere attraverso un malinocnico bianco e nero.

 

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.