EuropaIslanda

L’Islanda, qualcosa che potrete spiegare soltanto con una lingua inventata

Avete presente la musica dei Sigur Rós, il gruppo post-rock islandese?
Ecco la lingua delle canzoni si chiama vonlenska, l’idioma della speranza, o speranzese inventato dal cantante Jón Þór Birgisson. E non è una vera e propria lingua, ma consiste da sillabe messe insieme senza un significato, il risultato è che ascolti la sua musica entri in  una dimensione surreale, quasi ipnotica.
Questo per dire che quando sarete in Islanda vivrete proprio quella sensazione lì, magica e inspiegabile. Qualcosa che potrete spiegare soltanto con una lingua inventata.
L’Islanda è una terra incantata, dove credono agli elfi e dove quando ci arrivi ti sembra di aver messo piede in un altro mondo, una landa silenziosa e incontaminata.

È un paese fatto interamente di acqua, spiagge di sabbia nera, piscine termali, case costruite con lastre d’acciaio, tetti colorati, cascate, fiordi, pianure verdi e boschi. E’ anche una terra che vive di lunghissimi inverni bui, in cui il sole spunta per appena 4-5 ore al giorno.

Ecco almeno 4 cose da sperimentare quando sarete in Islanda:

-Esplorare la capitale
Reykjavik è la capitale più a nord del mondo. Non è facile perdercisi dentro perché è piccola, tranquilla e silenziosa (tranne che la notte).
Dovete assolutamente salire fino in cima a Hallgrímskirkja, la chiesa più strana (o brutta) che abbia mai visto per una vista infinita sui tetti colorati della città. E dovete sperimentare la vita notturna, gli islandesi saranno pacati di giorno, complice il freddo, ma la notte entra in un pub e vedi la follia umana che scorre sotto i fiumi dell’alcol.
islanda, reykjavik,viaggio, nord, europa, ghiacciaio, terme, iceland,10

[Dormire, fare shopping, e mangiare a Reykjavik]

islanda, reykjavik,viaggio, nord, europa, ghiacciaio, terme, iceland,11

-Immergersi nel Blue Lagoon
La piscina geotermale è a soli 40 chilometri dalla capitale.
La Laguna Blu è ricavata all’interno della roccia vulcanica creatasi a seguito dell’eruzione di un vulcano oltre 800 anni fa, è un immenso spa con la temperatura dell’acqua che arriva fino ai 40°, ricca di minerali come il silicio e lo zolfo, è considerata utile per la cura delle malattie della pelle.

– Camminare su una spiaggia nera
Vik
è un piccolo villaggio bagnato dall’oceano e si trova nella punta più a sud dell’isola, famoso soprattutto per la sua spiaggia nera per via delle attività vulcaniche.
E’ a Vik che ti rendi conto di essere veramente in Islanda, una casa ogni chilometro, fattorie e pecore sulla spiaggia, vento freddo e la sensazione di essere veramente distanti da tutto.
Poi alzi lo sguardo e vedi i faraglioni di Reynisdrangarscogli di roccia basaltica erosi del tempo.
C’è una leggenda, che vede due giganti tentare di portare a riva una nave a tre alberi, ma raggiunti dall’alba prima che potessero mettersi al sicuro sulla montagna Reynisfjall vengono trasformati in pietre.
islanda, reykjavik,viaggio, nord, europa, ghiacciaio, terme, iceland,04 islanda, reykjavik,viaggio, nord, europa, ghiacciaio, terme, iceland,05 islanda, reykjavik,viaggio, nord, europa, ghiacciaio, terme, iceland,06

-Vivere un momento davvero surreale di fronte a Jökulsárlón
Il più grande lago glaciale dell’Islanda, ai margini del Parco Nazionale Vatnajökull. Se siete fortunati e capitate in una bella giornata, il lago sotto la luce del sole si trasformerà in un immenso specchio d’acqua, trasportandovi per l’ennesima volta in quella dimensione surreale e magica tipica dell’ Islanda.

islanda, reykjavik,viaggio, nord, europa, ghiacciaio, terme, iceland,03 islanda, reykjavik,viaggio, nord, europa, ghiacciaio, terme, iceland,02 islanda, reykjavik,viaggio, nord, europa, ghiacciaio, terme, iceland,01

About Author

lovetheshoot

2 Comments

  1. Ciao Chiara,
    immaginare l’Islanda è facile, ci sono un sacco di foto che circolano, ma se ci penso un po’ di più non so bene cosa aspettarmi da questo paese. Credo ci sia qualcosa che le parole “reali” non riescono a raccontare, come dici tu. Spero un giorno di visitarla, e intanto fantastico un po’ con le tue bellissime foto, complimenti 🙂

    Sara

  2. Ciao Sara!
    Si, hai colto in pieno il senso post, è davvero un posto irreale…
    Grazie di essere passata 🙂

Leave a Reply