BrasileSud America

Salvador de Bahia: itinerario a piedi attraverso il Pelourinho

Sono stata a Salvador de Bahia solo per due giorni, troppo poco tempo, ma è bastato per farmi colpire da questo posto. Estremamente diversa dalle metropolitane Rio e San Paolo, Bahia è una città coloniale, antica e piena di atmosfera.
Un tempo era la prima capitale del Brasile e da sempre rappresenta il cuore della cultura afro-brasiliana.

La presenza africana è viva e la percepisci non solo dal colore della pelle degli abitanti, ma anche dalle tradizioni: le antiche danze rituali dell’Angola che oggi rivivono negli spettacoli di Capoeira, i canti Yoruba dell’Africa Occidentale che ancora riecheggiano per le strade e i suoni di tamburi nelle suggestive cerimonie del Candomblé.

Io a Bahia ho fatto couchsurfing a Pituba, un quartiere residenziale non lontano dall’aeroporto. In due giorni sono riuscita a vedere molto poco, anche perchè il secondo giorno sono stata invitata ad un matrimonio e non sono riuscita a rifiutare l’invito, curiosa all’idea di vedere un matrimonio in stile bahiano e di mangiare e bere a volontà.

Mi sono quindi concentrata sul classico (e imperdibile) giro turistico del Pelourinho.
Il Pelourinho è il centro storico coloniale più grande del Sud America, tutelato come World Heritage Site dall’UNESCO, in buona parte restaurato e recuperato dalla malavita.
La città è divisa in cidade alta (città alta) e cidade baixa (città bassa), collegate dall’ Elevador Lacerda, un’  ascensore in Art Deco realizzato nel 1930.

Vi suggerisco di iniziare la camminata da Rua do Carmo e da lì continuare a salire lungo la Ladeira do Carmo, incontrerete sulla sinistra l’Igreja de Nossa Senhora do Rosario dos Pretos , noterete che le case si faranno colorate e la strada sempre più in salita e vi troverete in un attimo nel Largo do Pelourinho.

Attraversando una stradina stretta e piena di negozietti si arriva ad alla piazza Terreiro de Jesus, luogo di ritrovo di cittadini e turisti, piena di venditori ambulanti.
Qui sulla sinistra non potete perdervi lIgreja e Convento São Francisco.
Al suo interno ricca di decorazioni in oro è uno dei più bei esempi di barocco portoghese al mondo.

Usciti dalla chiesa tornate di nuovo nella piazza Terreiro de Jesus e continuate in direzione inversa da dove siete venuti, raggiungendo così la vicina  Praça da Sé dove ha termine il Pelourinho.
Qui potete affacciarvi sulla terrazza e ammirare il panorama sulla Cidade Baixa: un mix di palazzi degradati e fatiscenti che cozza con le acque azzurre della baia sullo sfondo.
Per scendere prendete l’ Elevador Lacerda pochi passi più avanti. Arrivati in basso vi troverete nel quartiere Comércio, la zona commerciale di Bahia che si affaccia sul porto. 
Vi renderete subito conto che il restauro in questa zona non è arrivato: palazzi e facciate completamente decadenti che sicuramente contribuiscono a donare fascino tutto suo a questa parte della città. 
In questa zona sono da vedere il Mercado Modelo (lo troverete di fronte a voi appena usciti dall’ascensore), un grande mercato turistico con all’interno una bella quantità di botteghe di artigianato locale.
E poco più in là la fontana opera di Mario Cravo detta anche A Bunda (il culo).

About Author

lovetheshoot

Leave a Reply