Spagna

Sognando Valencia: 7 cose da fare nella città che profuma di arance

(photo @VisitValencia)

Valencia brucia al sole di giorno e profuma di paella di notte, è la terza città più grande della Spagna, ma meno turistica,  lontana dalla folla di invasori che preferiscono visitare Madrid e Barcellona. Infatti Valencia è innegabilmente pittoresca, le strade guizzanti del suo centro storico tradiscono influenze romane e arabe, attraversate da giardini di aranci e piazze piene di caffè all’aperto che si agitano fino alle tre di notte. Se ciò non bastasse, il clima mite con una media di 15 gradi e la lunga distesa di spiagge del Mediterraneo rendono Valencia una meta di cui è facile innamorarsi.

Chi vuole organizzare un viaggio  a Valencia e scoprire le bellezze di questa città può trovare tutte le informazioni in merito ai voli, agli alberghi, ai ristoranti e alle attrazioni turistiche sul sito ufficiale del turismo di Valencia.

Se intanto volete sognarla, ecco sette cose da fare:

1- Ciutat de les Arts i les Ciències

Si tratta di un complesso costruito dal famoso architetto spagnolo, Calatrava. Si compone di 4 strutture che comprendono un teatro, un acquario, un planetario e un museo della scienza (che dispone di un display fresco dinosauri all’aperto). Dalla sua apertura nel 1998, questa è diventata la principale attrazione turistica di Valencia, ma non era mia vista preferita in questa città. L’intero complesso è costruito su quello che sembra un parco piscina e gli edifici sono collegati da ponti intricate. Sicuramente un luogo molto cool, imperdibile.

2- La Playa

Nascoste e solitarie, le grandi e maestose distese di spiagge della Comunidad Valenciana sono senza dubbio tra le migliori spiagge della Spagna. Centinaia di kilometri di costa mediterranea di sabbia fine e dorata è ciò che caratterizza le tre principali spiagge a Valencia: la spiaggia Las Arenas, la spiaggia La Malvarrosa la spiaggia La Patacona. Non mancano anche spiagge gay e nudiste.

3- Catedral de Valencia

Situata in Plaza de Reina tra ristoranti, persone e palme, l’imponenza della Cattedrale si nota dalla vastità della superficie occupata e dalle differenti tendenze architettoniche: nella stessa struttura convivono gli stili romanico, gotico e barocco spagnolo. A completare il complesso c’è l’altissimo campanile, chiamato Miguelete.

4- Towers / Gates
Ci sono un paio di diverse torri e porte di Valencia, come Torres de Serranos e la Torres de Quart, che sono sicuramente da visitare per avere una sensazione di ciò che Valencia era una volta.

5-Barrio del Carmen

In questo Barrio è possibile trovare un antico monumento vicino ad una installazione di arte contemporanea e alla moda. Zona popolare e centro storico di Valencia, ancora molto vivace. Si può andare qui per passeggiare tra le antiche strade durante il giorno o passare la notte presso i bar e ristoranti bohemien.

6- Paella

L’unica cosa che devi mangiare è Valencia è la Paella perché ha avuto origine qui, ma ci sono alcune regole su come trovarlo.
Alcuni consigli per puntare ad una paella autentica:
luoghi paella autentici richiedono di ordinare due porzioni, evitare di catene e luoghi che hanno le foto dei loro pasti sulle porte e nelle finestre, come le grandi immagini di piatti di paella.
La reale paella è composta da ingredienti freschi posti in una speciale padella di ferro con fuoco a legna, non il gas o l’elettricità.
Mangiatela a pranzo, questo è quando paella di solito si mangia, quindi se viene servito per cena, può essere un avanzo del pranzo.

7- Mercati

La Lonja
Questo è il vecchio mercato della seta di Valencia, la seconda attrazione principale di Valencia, nominato Patrimonio dell’Umanità nel 1996, perché è un esempio eccezionale di un edificio secolare in stile tardo gotico. Facendoci un giro è come tornare indietro nel tempo.
Mercado Central
Famoso a causa dell’architettura, è uno dei più antichi mercati in corso in Europa. Situato di fronte alla Lonja, è molto più di un mercato, un’autentica esperienza di Valencia, con arance a buon mercato e un’atmosfera calda e accogliente. 


About Author

lovetheshoot

Leave a Reply