AsiaNepal

Suhana e le donne coraggiose

Ogni giorno che passa aggiungo un tassello a questo viaggio, un pezzo che manca al puzzle che sto montando.
E come sempre sono le storie delle persone a fare la differenza.

Oggi sull’ autobus che in sette ore mi ha portato a Pokhara, tra le culate sul sedile,  la guida folle dei nepalesi, gli strapiombi in salita da cui sembra di precipitare da un momento all’altro, gli spifferi gelati e poi il sole cocente, seduta accanto a me, c’era Suhana.
E’ del Bangladesh.
Leggeva il frasario nepalese e se la rideva da sola ascoltando musica.
La guardavo con la coda dell’occhio e pensavo allora non sono l’unica che passa il tempo con gli auricolari e una smorfia persa stampata in faccia?
Le ho chiesto se era in vacanza e mi ha risposto “vacanza a lungo termine”.

Lì per lì non ho capito in che senso.
Poi più tardi durante la sosta pranzo, mentre mangiavamo delle patate piccantissime dallo stesso piatto mi ha detto che è in Nepal per la terza volta, ma questa non è solo una vacanza per lei,  non ha intenzione di tornare nel suo paese.
Domanda retorica, ma le chiedo comunque perché non vuole tornare nel suo paese.
Mi dice che è per via della religione musulmana (l’85 %), è come se fosse stata creata per punire le donne che non possono uscire di casa se non accompagnate da un uomo, non possono vestirsi come vogliono, non possono farsi un tatuaggio altrimenti il loro corpo non è più benedetto.
Non possono sposarsi e innamorarsi di chi vogliono.

Mi chiedo se almeno possano respirare al ritmo che scelgono loro o hanno qualcuno a monitorare i polmoni.
Le domando cosa farà adesso, mi dice che ha lasciato l’università, ma non le importa nulla di studiare, vuole solo trovare un lavoro in Nepal e vivere.

Eccola qui penso, un’altra donna speciale.
Le dico che è coraggiosa e mi dice grazie con orgoglio.
Lo penso davvero, perché non tutte sono come lei e hanno il coraggio di rompere delle catene unite insieme da millenni.
Alla fine le chiedo ma tu sei religiosa?
E lei mi risponde no, io sono solo un essere umano!

        🙂
       Buonanotte dal Nepal.

About Author

lovetheshoot

Leave a Reply