Lifestyle

#unagrandegiornata

C’è un ragazzino sul letto intento a giocare ad un videogioco, la luce del display in contrasto con il bagliore che entra dalla finestra.
E’ una bella giornata di sole, la vita che scorre fuori, il mondo virtuale si muove dentro le quattro mura.
Poi un sms: “Vieni a giocare al campetto?”
Qualche anno prima ci sarebbe stato un gruppetto di ragazzi in strada a schiamazzare e urlare “dai scendi!!”
Ma ora il messaggino arriva, dovunque tu sia, senza sforzo, direttamente dalla casa del tuo amico fino alla tua.
Che figata la tecnologia.
Soprattutto se, tu bambino, hai la capacità di staccare la faccia dal videogioco, infilarti la maglia e scendere le scale di casa tua. Correre al campetto e giocare.
Sudare. Divertirti, urlare.
E si, farti un po’ di foto insieme ai tuo amici da pubblicare sui social per condividere una grande giornata.
Si muove così la nostra vita tecnologica, su più livelli.
E mi sono emozionata guardandolo perché mi sono immedesimata nella vita di un ragazzino di oggi, sommerso da aggeggi a più pulsanti.
Deve essere difficile staccarsi, alzarsi dal letto, quando sul letto hai quel tutto che ti porta nel mondo parallelo, senza sudare neanche un po’. Senza affaticarti.
Bello questo video della Wind girato da Giuseppe Capotondi con la collaborazione di Ogilvy & Mather Advertising.
Anche per la colonna sonora “Rocket Man” di Elton John (io devo farmi curare perchè quando la sento ormai penso ad Hank Moody, ma voi forse no).

Buzzoole

About Author

lovetheshoot

Leave a Reply